Nel villaggio di Ndingba, al centro dell’Africa, nella Repubblica Democratica del Congo, le famiglie numerose non riescono a rispondere adeguatamente ai bisogni nutrizionali dei loro membri: la gente finisce per mangiare sempre manioca e pondu esponendosi a malattie e a debolezza cronica.

Inoltre l’attività agricola di sussistenza non permette di avere un plusvalore da scambiare e da investire nell’educazione e per il futuro dei bambini.

In questo contesto il COE (Associazione Centro Orientamento Educativo) promuove il progetto Agricoltura Familiare in collaborazione con la Diocesi di Isiro-Niangara, che intende contribuire al miglioramento delle condizioni nutrizionali della popolazione, in particolare avviare una coltivazione che possa dare una rendita maggiore per permettere il sostegno dell’educazione dei bambini.

A tal fine il progetto si propone di:

Rafforzare nelle donne le conoscenze e l’utilizzo appropriato di nuove sementi e attrezzature.

Incrementare e diversificare la produzione degli orti familiari rivalorizzando antiche coltivazioni di specie locali.

Investire nell’educazione ad una buona alimentazione.

Scarica il depliant