In Etiopia, nella Zona dell’East Gojjam una catastrofe naturale denominata “El Niño” ha prodotto una delle peggiori siccità degli ultimi 50 anni causando scarsità di acqua, di derrate alimentari e migrazioni di mandrie.

Il CVM vuole far fronte al problema delle rese agricole promuovendo il ruolo sociale ed economico delle donne all’interno delle loro comunità e migliorare la capacità di adattamento e resilienza della popolazione ad eventi simili.

Con questo progetto si intende promuovere la costituzione legale di Cooperative polifunzionali costituite da sole donne e introdurre la differenziazione delle attività produttive che è uno strumento di adattamento a future carestie/eventi legati al cambiamento climatico. Si vuole dare nuova forza all’agricoltura con la distribuzione fra gli agricoltori di 600 quintali di sementi resistenti alla siccità, quali il fagiolo bianco e il ‘mungo’, ricchi di proprietà nutritive e a veloce maturazione. Saranno 8 le Cooperative Multifunzionali di Donne che verranno avviate e supportate nelle attività di orticoltura e arboricoltura; introducendo alberi resistenti a crescita rapida e resistenti alla siccità, importanti nella protezione ambientale e nel combattere l’erosione del terreno; apicoltura e avicoltura; artigianato e costituzione di negozi per pezzi di ricambio per impianti idrici; verranno poi supportate nel collegamento con il mercato attraverso la messa in piedi di piccole filiere.

Scarica il Depliant