In Etiopia, nella Zona dell’East Gojjam, nel 2015/16 si è abbattuta una catastrofe naturale.

Gli effetti del riscaldamento delle acque oceaniche (El Niño) combinatosi ad una serie consecutiva di stagioni delle piogge irregolari e scarse, hanno causato una delle peggiori siccità degli ultimi 50 anni causando scarsità di acqua, di derrate alimentari e migrazioni di mandrie.

Con la Campagna “Abbiamo riso per una cosa seria”, il CVM andrà ad implementare in quest’area un progetto che permetterà, oltre che di mitigare gli effetti della siccità, di favorire l’empowerment femminile.

Nello specifico l’intervento mira a promuovere il ruolo sociale ed economico delle donne all’interno delle loro comunità attraverso l’istituzione di cooperative e a migliorare la capacità di adattamento e resilienza della popolazione ad eventi simili.

Con il progetto si intende promuovere la costituzione legale di Cooperative polifunzionali costituite da sole donne. Le cooperative saranno molto importanti nel rispondere ai bisogni generati dalla siccità nelle municipalità più colpite attraverso le attività: agricole e di allevamento (avicoltura ed apicoltura) che permetteranno l’introduzione di nuovi alimenti ed il ripristino del mercato locale di alimenti ad alto valore nutritivo e clima resistenti. Vivaio e riforestazione: con l’introduzione di alberi a crescita rapida e resistenti alla siccità, importanti nella protezione ambientale e nel combattere l’erosione del terreno.

I fondi raccolti copriranno la costituzione di 1 Centro di Cooperativa Multifunzione di donne.

Scarica il depliant