La Popolazione della Parrocchia di Gihogazi (che si identifica con il Comune) vive per la stragrande maggioranza di una agricoltura di sussistenza – lavori che gravano generalmente sulle spalle delle donne. Numerosi sono i tentativi di migliorare questa attività per sopperire soprattutto alle numerose carenze alimentari ed economiche dei bimbi in particolare.

Questi tentativi però spesso scoraggiano la gente perché una volta raccolti i frutti dei campi non ha la possibilità di trasformare il prodotto in farine alimentari tramite molitura per poterla sfruttare nell’alimentazione ed anche poterla commercializzare divenendo fonte di reddito. Lo stesso vale per la pilatura del riso e per il suo consumo e commercializzazione. Il poter usufruire del frutto del loro lavoro incentiverebbe la voglia dei contadini ad incrementare queste coltivazioni a maggior vantaggio della differenziazione alimentare e quindi della loro salute. Si tratterebbe di costruire una piccola costruzione sul terreno della parrocchia e acquistare un molino e una pilatrice; questa attività sgraverebbe le donne del posto di tanto lavoro manuale e faticoso concedendo loro più tempo da dedicare alla casa, ai figli e a loro stesse.

Scarica il Depliant