In Repubblica Democratica del Congo gli effetti del cambiamento climatico si manifestano ormai da tempo in maniera evidente: erosioni, frane, inondazioni, deforestazione e la minaccia costante della malnutrizione caratterizzano il contesto in cui si inserisce anche la pandemia Covid-19. A Manenga – Kinshasa – la chiusura delle scuole costringe molti insegnanti a cercare lavori di fortuna per sostenere le proprie famiglie…

La povertà delle famiglie è aumentata e di conseguenza non saranno in grado di sostenere le modeste spese per la frequenza scolastica dei propri figli impedendo loro di avere un’istruzione adeguata. A Nyangezi – Sud Kivu – le donne, spesso vittime di violenza e soprusi, hanno avviato da tempo piccole attività agricole per contrastare la povertà e i cambiamenti climatici, dimostrando che attraverso azioni concrete è possibile agire contemporaneamente per tutelare l’ambiente, difendere la biodiversità e migliorare la qualità della vita di tante persone in situazioni di vulnerabilità.

Due zone rurali Manenga – Kinshasa e Nyangezi – Sud Kivu coinvolte, accomunate dalla volontà di sviluppare piccole attività agricole di apicultura, agricoltura familiare e riforestazione, per offrire opportunità di formazione, promuovere l’empowerment femminile, avviare attività generatrici di reddito, migliorare l’alimentazione e permettere a tante famiglie di costruire un futuro migliore per sé e per l’intera comunità garantendo il diritto ad una vita dignitosa e ad un futuro di speranza per tutti e tutte.

 

Scarica il Depliant