Realizzato in collaborazione con l’associazione senza scopo di lucro “APDE – Amis de la paix pour le développement endogène” il progetto vuole offrire opportunità di formazione e lavoro alle donne della regione rurale del Sud Kivu, vittime di soprusi e violenza.

In un Paese di continue tensioni, dove la povertà è diffusa e multiforme, le donne non hanno potere d’acquisto, né di decisione, ma la sopravvivenza delle famiglie e l’educazione dei figli dipende da loro. Escluse dalla formazione a causa della povertà e di usanze retrograde, discriminate e vulnerabili, hanno invece dimostrato di essere capaci di trasformare positivamente la società.

Pensiamo sia importante sostenere questo sforzo di trasformazione attraverso azioni concrete. Anche nel Sud Kivu i cambiamenti climatici sono evidenti: siccità prolungate alternate a piogge torrenziali devastanti con inondazioni e sradicamento di piante; innalzamento delle temperature, mancanza di pascoli, frane e smottamenti. A peggiorare la situazione contribuisce la deforestazione per la produzione di legna da ardere per la cucina e il riscaldamento, la costruzione di capanne e ponti e per la produzione di mattoni.

Il progetto vuole contribuire alla protezione dell’ambiente e alla lotta contro i cambiamenti climatici attraverso la formazione di un gruppo di 50 donne sulla preparazione e gestione di vivai, produzione e diffusione di piantine, sensibilizzazione all’importanza e utilità degli alberi e del rimboschimento nello sviluppo sostenibile. Il coinvolgimento delle donne in un processo di resilienza climatica può aiutare l’intera comunità.

Scarica il depliant