Il progetto “Lotta alla malnutrizione infantile nel nord del Burkina Faso” di Celim Bergamo, garantisce l’attivazione di 80 presidi sanitari nella provincia dell’Oudalan, in zone remote, di difficile accesso e prive di centri di salute funzionali, attraverso attività di formazione e supervisione di agenti comunitari – 2 per ogni presidio – e la loro dotazione in stock di medicine, integratori nutrizionali e piccole attrezzature mediche. Questi agenti sono così in grado di offrire primo soccorso e assistenza medica di base nei villaggi e di organizzare in caso di necessità il trasferimento dei casi gravi presso il centro di salute più vicino o direttamente all’ospedale di Gorom-Gorom, il capoluogo provinciale. Si sostengono anche i centri di salute ancora funzionanti, ma sotto pressione per la presenza di oltre 70.000 sfollati, nonché la pediatria dell’ospedale, mettendo a disposizione infermieri volontari e altro personale sanitario. Si realizzano inoltre campagne di screening presso le comunità di sfollati per identificare i casi di malnutrizione acuta severa e campagne di sensibilizzazione e educazione nutrizionale rivolte soprattutto alle donne incinte e alle mamme con bambini piccoli. Il progetto si realizza all’estremo nord del Burkina Faso, area infestata dalla presenza di gruppi armati di matrice jihadista che terrorizzano le popolazioni forzandole ad abbandonare i loro villaggi e costringendo alla chiusura scuole e centri di salute.

www.celimbergamo.org

Scarica il volantino