Nel distretto di Gatsibo, a 90 km dalla capitale del Ruanda, Kigali, in zona rurale si coltivano patate, fagioli, banane e riso. In tutta questa zona, però, non esiste un sistema idrico di distribuzione se non a fondovalle in cui si trovano ambienti umidi e paludosi, premesse ideali per la malaria.

Tocca a donne, bambini e anziani percorrere spostamenti quotidiani a piedi per riempire taniche da 20 litri da trasportare poi nelle proprie case, esponendosi a innumerevoli rischi e privandosi del tempo che potrebbero dedicare ad attività altre, ad esempio alla scuola.

  • Costruiremo 6 riserve di acqua da 5000 litri e 56 fontane pubbliche;
  • formeremo dei tecnici per la manutenzione delle strutture e sensibilizzeremo le famiglie sull’utilizzo corretto della risorsa.
  • Assicureremo così la gestione virtuosa di uno degli elementi chiave in ambito di democrazia alimentare: l’accesso alle risorse primarie. 

Scarica il depliant