Nella cultura burkinabé è ancora molto diffusa l’idea che la malnutrizione non sia una malattia, ma che sia legata al mondo del sacro e degli spiriti o che sia causata dalla trasgressione di tabù alimentari. Queste credenze rendono difficile qualunque campagna di prevenzione sanitaria, per questo Progettomondo.mlal collabora con partner locali e leader di comunità perché siano le comunità stesse a identificare i problemi di salute e farsene carico, a cominciare dalla promozione di buone pratiche alimentari.

Grazie al progetto “Nutrirsi di salute” interveniamo nel Sud del Paese, dove i tassi di malnutrizione sono fra i più elevati. Organizziamo momenti di formazione che coinvolgono capi villaggio e leader religiosi, guaritori tradizionali, nonne, mamme e papà per tentare di cambiare comportamenti alimentari inadeguati perché legati a tabù e superstizioni.

Investiamo inoltre nella produzione agricola a beneficio delle famiglie più povere e, allo stesso tempo, rafforziamo il personale dei Centri di Salute Pubblica per fare fronte ai casi di malnutrizione che necessitano di un intervento medico. Solo attraverso un approccio di questo tipo riusciamo a dare una risposta duratura a un problema – quello della malnutrizione – che non sempre ha la scarsità di risorse come unica causa.

Scarica il depliant